Si chiama Abruzzese 2.0 dalla Transumanza al we Transfer la lezione spettacolo del cabarettista Vincenzo Olivieri, che andrà in scena lunedì 24 agosto presso l'Aurum, nell'ambito del cartellone estivo Solstizio/Equinozio dell'assessorato alla Cultura del Comune di Pescara.

“Vincenzo Olivieri e il suo spettacolo saranno una vera locomotiva per il nostro cartellone – ha affermato l'assessore Giovanni Di Iacovo – Vi invito a partecipare perché è divertente e davvero istruttivo, colgo l'occasione anche per ringraziarlo, perché l'anno scorso, quando abbiamo fatto una speciale notte bianca per animare l'Aurum, lui è stato fra i primi ad aderire con uno spettacolo notturno che è stato molto seguito e divertente. Abruzzese 2.0 ha poi ricevuto uno speciale riconoscimento dal Ministero dell'Istruzione per il contenuto educativo che ha; non a caso è stato portato nelle scuole e lo sarà ancora, perché è un viaggio off line sull'abruzzesità ai tempi delle nuove tecnologie. E so già che sarà una lezione accuratamente seguita ed esilarante per tutti”.

“Quando ho portato la lectio nelle scuole i docenti mi guardavano con curiosità – illustra Vincenzo Olivieri – quando poi la lezione comincia, è davvero stupefacente l'attenzione che arriva dai ragazzi e quella che genera in tutti quanti, perché è anche un modo per conoscere meglio la nostra terra, la nostra lingua, le nostre abitudini, coinvolgendo diverse generazioni. Già, perché durante l'ora e mezza di lezione io faccio delle domande su lingua, modi di dire, luoghi, modello quiz show e ho con me un telefono perché l'interpellato possa essere aiutato da nonni e parenti da casa che sanno di che cosa stiamo parlando di abruzzese verace. Funziona, ha funzionato al punto che l'Agi scuola, soggetto referente del Ministero per l'Istruzione per cinema e spettacolo, ha adottato il nostro progetto, che è un progetto serissimo e che andrà avanti arricchendosi di nuovi contenuti. Lo abbiamo già portato in una trentina di scuole abruzzesi e viaggeremo ancora attraverso un percorso che va dalle origini e arriva all'attualità, per questo il sottotitolo “dalla Transumanza al we transfer”! Abbiamo deciso di farne uno spettacolo per raccontare la nostra terra in questo singolare modo. Vi aspettiamo tutti, grandi, piccoli, giovani e meno giovani, da ogni lezione si apprende tutti qualcosa di nuovo sull'Abruzzo e su noi abruzzesi, per di più divertendosi”.