Il Torneo di Beach Volley 4 Vele Cup, ormai appuntamento classico per gli amanti della pallavolo in spiaggia quest'anno vedrà al suo interno un evento particolare: anche 15 atleti disabili, o meglio Diversuguali ( si chiama così l'associazione culturale a cui sono iscritti) parteciperanno al torneo di beach volley, nel nome della solidarietà e dell'integrazione.
I 15 pallavolisti "speciali" saranno allenati dallo stesso Luigi Alfieri, patron dello stabilimento da anni impegnato nella solidarietà verso i portatori di handicap.

Ecco la nota del capitano della squadra dei Diversamenteabili Gianna Camplone:

Si tratta dell’ennesima iniziativa di integrazione tra il territorio e i nostri ragazzi  che, grazie alla collaborazione di Enti pubblici e privati, hanno modo di scoprire, approfondire e mettere a frutto ciascuno le proprie abilità.
Diversuguali ha da sempre cercato la partnership della società civile, perché essere diversamente abile non dev’essere un elemento di esclusione, ma piuttosto dev’essere una risorsa preziosa che può dare tanto anche a chi non ha handicap, e non solo tra i banchi di scuola, ma anche nel mondo del lavoro. In questo ambito negli anni scorsi siamo stati la prima Associazione di diversabili a essere ammessi in via sperimentale a un progetto di Start up con la rete Digital Borgo, all’interno dell’Aurum, permettendo ai nostri ragazzi di acquisire conoscenze e abilità informatiche da poter applicare, eventualmente, nel mondo del lavoro, un progetto che ha avuto massima risonanza a livello nazionale in quanto unico negli obiettivi e nelle finalità. I nostri ragazzi non hanno appreso semplicemente come accendere un computer o navigare su internet, ma oggi sanno come utilizzare la rete per eventuali ragioni di lavoro, aprendo la strada a un possibile percorso sul ‘dopo di noi’, ovvero garantire ai diversamente abili quell’autonomia fondamentale per andare avanti quando non avranno più i genitori accanto.
In questo percorso ci affianca, ormai da quattro anni, anche Luigi Alfieri, in qualità di imprenditore impegnato nel sociale, che dal 2011 ha messo a disposizione dell’Associazione Diversuguali una palma attrezzata per assicurare la massima accessibilità sulla spiaggia anche a chi si muove con deambulatori, carrozzine o stampelle, e quella palma per i nostri ragazzi rappresenta il simbolo, il testimone, della perfetta integrazione con le famiglie e le centinaia di ragazzi che ogni giorno, ogni estate, frequentano lo stabilimento e che vivono una parte della loro quotidianità con i giovani che hanno una disabilità e che vengono assistiti dallo staff della struttura. Quest’anno la partnership si è concretizzata nella formazione di una vera e propria squadra di Beach volley tra i ragazzi di Diversuguali, che parteciperà, in amichevole, al torneo 4Vele Cup, un modo per dare spazio e visibilità alla nostra realtà, alle nostre esigenze, ma, al tempo stesso, anche alle nostre possibilità e opportunità, che sono svariate. Non solo: grazie ad Alfieri i ragazzi di Diversuguali hanno anche partecipato all’anteprima dell’apertura dei Giochi del Mediterraneo sulla Spiaggia 2015, in piazza Primo Maggio, una gioia immensa per le famiglie e per tutti i giovani protagonisti".