Pescara . Guanluca Lapadula , ancora una volta lui ! E' suo il sigillo che ha coronato una grande gara del Pescara in trasferta contro l'esperto Spezia . La differenza di esperienza tra le due squadre questa volta ha giocato a favore del Pescara che , pur schierando dal primo minuto due classe '97 come Vitturini e Mandragora e due '96 come Torreira e Cappelluzzo ha giocato una partita sapiente contro uno Spezia in cui il più giovane è il portiere Chichizola che ha 26 anni.
Dati anagrafici a parte , che comunque sono molto indicativi, dall'altra parte bisognava arginare un Calaiò voglioso di segnare contro la sua ex squadra .
La chiave della partita è stata sfruttare le ripartenze di Gianluca Lapadula sugli scudi da subito, dal  10 minuto quando in acrobazia poteva già sbloccare il risultato , fino al gol al 46 esimo in pieno recupero . Un mostro Lapadula , questa volta la insacca di testa sfruttando il fisico . Il gol è il prodotto finale del gioco di squadra del Pescara che ha giocato in trasferta una partita sempre propositiva .
Il miglioramento più evidente del Pescara sè stato nell'interpretazione di questa partita contro lo Spezia , specialmente nel secondo tempo quando la squadra ha saputo amministrare la partita continuando ad essere pericolosa senza tuttavia rischiare nula , a parte un'occasione di Calaiò e una di Sciaudone ( grande parata di Fiorillo all' '86esimo ) e Sidum .
Ottima gara del Pescara che torna da una trasferta ostica come quella di La Spezia con i 3 punti buoni per il 3 posto e la sensazione che il gruppo abbia ritrovato le energie mentali che parvano svanite.
Tornando al discorso dell'età anagrafica , questo potrebbe essere un punto a favore del Pescara nella conquista della seria A , Vitturini, Mandragora, Torreira ,Cappelluzzo, Verre e Selasi hanno la freschezza atletica di inizio campionato e il giusto rodaggio per superare anche le squadre con maggiore esperienza.